Breve storia della Reflessologia.
Perché breve è la storia della Reflessologia...

Pensavate che la Riflessologia Plantare arrivasse dalla Cina?

Dalla Cina antica sono giunte fino a noi l’agopuntura, la fitoterapia, la dietetica, il qigong e il tuina… L’unico punto d’agopuntura sulla pianta del piede è yongquan, fonte zampillante, punto 1 dello zushaoyin shen jing, in occidente conosciuto come meridiano del rene, localizzato nella depressione del terzo anteriore e del terzo medio della pianta del piede tra la seconda e la terza articolazione metatarso-falangea, quando le dita del piede sono flesse sulla pianta.

Altre foto le trovate sulla nostra pagina Flickr

Questa la descrizione anatomica classica di yongquan, nel massaggio riflesso la regola è di farsi guidare dal pollice che scivola nella naturale depressione sopra descritta, che in realtà ci conduce un po’ più in basso, metafisi terzo metatarso, area riflessa del rene. Questo punto è il punto jing del meridiano, punto pozzo, legno, di dispersione, punto proibito in agopuntura perché il meridiano del rene deve essere sempre e solo tonificato e mai disperso. L’ago ha la funzione di disperdere le cariche elettriche accumulatesi lungo il percorso del meridiano.

In riflessologia plantare invece R1 è uno dei punti cardine del massaggio, utilizzato in tonificazione, con il massaggio sosteniamo le funzioni yin del rene, sostegno filtrante ed emuntorio, il recupero funzionale del rene a sua volta sollecita l’attività delle ghiandole surrenali.

 

Queste che seguono sono mappe scritte in cinese, di cinese hanno solo le scritte, le originali sono della Hedy Masafret, infermiera svizzera e altre elaborate da Padre Josef Eugster, svizzero anche lui.

 

storiareflex_01_14Padre Josef Eugster prete cattolico, nato in Svizzera nel 1940, membro della Società Missionaria Svizzera di Betlemme, vive e lavora a Taiwan con aborigeni e cinesi continentali da oltre trenta anni, mantenendo i normali doveri di sacerdote per ben sette comunità, contemporaneamente promuove attivamente i benefici della riflessologia.

Conobbe la riflessologia nel 1977 quando un amico, gli regalò un libro di una sua conterranea, Hedy Masafret, pensando che gli sarebbe potuto servire per il suo ginocchio affetto da artrite. Da lì iniziò il suo percorso di reflessologo autodidatta. Avendo avuto grandi benefici, decise di utilizzare le tecniche apprese sui suoi parrocchiani, dopo anni di pratica il suo metodo è stato trascritto in un libro di Eugene Cheng, medico taiwanese della medicina tradizionale cinese.

Dr. Eugene Cheng, è stato presidente dell’Associazione Riflessologia Plantare di Taiwan, ha pubblicato il libro: New Foot Health Method P. Josef. Il libro è giunto alla sua 60° edizione con un milione di copie vendute, Eugster contribuisce a finanziare progetti nella sua parrocchia e diffondere il suo messaggio in tutto il mondo. “Credo che questo metodo appartenga soprattutto ai poveri… vado nei paesi ricchi per raccogliere fondi che poi utilizzo nei paesi poveri.” Disse annunciando un viaggio in Tanzania, Africa orientale.

Negli ultimi trent’anni ha progressivamente sviluppato le proprie varianti sulla tecnica già conosciuta. Per quasi venti anni ha promosso i benefici curativi della riflessologia in televisione a Taiwan, Corea, Hong Kong e altri paesi del Pacifico. Ha anche insegnato riflessologia ai non vedenti e disabili di Taiwan, assistendoli nella ricerca di un mezzo etico per sostenersi, il loro handicap naturale può diventare un vantaggio significativo.

Autore di un libro popolare “Reflexology Health Method”, disponibile solo in cinese, ha anche prodotto diverse videocassette, una anche in inglese: “The key to good health.” La chiave per una buona salute. Nel 1992, ha ricevuto il titolo di Dottore di Medicina Alternativa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, (OMS). Si stima che abbia insegnato con successo a più di diecimila studenti il suo metodo, a Taiwan, Cina, Giappone, Corea, Malesia, Singapore, Hong Kong e Bolivia.

Il venti dicembre del 1999 più di duecento rappresentanti provenienti da Taiwan e da tutto l’estremo oriente hanno partecipato alla conferenza annuale dell’Associazione Riflessologia di Taiwan per festeggiare il suo sessantesimo compleanno. Nel suo indirizzo di saluto, il Premiers Hsiao Wan Chang della Repubblica di Taiwan, che ha partecipato alla conferenza, ha espresso la sua “gratitudine e ammirazione per il lavoro enorme Padre Josef ha fatto per Taiwan e l’Estremo Oriente in così poco tempo.”

 

image030

Ha presentato una relazione al VII Congresso Internazionale di Riflessologia nelle Hawaii nel 1999, dove ha ricevuto il Premio Internazionale Umanitario, riconoscendo i suoi molti anni dedicati alla promozione della riflessologia aiutando migliaia di persone a riconquistare la salute. E’ stato invitato alla Conferenza Nazionale 2000 USA tenutosi a San Diego, dove ha condiviso il suo metodo con circa cento professionisti presenti. Nel dicembre 2001 padre Josef ha pubblicato le sue memorie in cinese, con il titolo “Contentezza porta felicità”. Il contenuto del libro è ricco di esperienze di vita e racconta anche la storia di come il suo metodo di riflessologia ha conquistato l’intero Estremo Oriente e oltre. Inoltre, insieme al Dr. Eugene Cheng, ex presidente di Riflessologia Plantare Associazione di Taiwan, ha pubblicato il libro: “Nuovo piede Metodo Sanità P. Josef”. Con più di duecento illustrazioni il libro è diventato rapidamente un best-seller a Taiwan con l’intenzione di tradurlo prossimamente in giapponese, coreano e inglese.

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Cliccando sul bottone ACCETTO dai il tuo consenso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi