Articoli

Trigemino: come trattarlo con la Riflessologia Plantare
Sempre a ruota libera ora vi racconto un evento unico che si è sedimentato nella mia memoria di Reflessologo Zu. Pensionata, proveniente dal sud, accompagnata presso il mio studio da parenti come se stessero portando qualcuno a chiedere una grazia. Mi sono sentito quasi un santo, mancò poco che mi apparisse l’aureola per rendere più autentica l’atmosfera. La signora era affetta da una nevralgia del trigemino, uno dei dolori più potenti per l’essere umano, quando non c’erano potenti antidolorifici a disposizione, come quelli di oggi, era chiamato il “dolore dei suicidi”. La causa “presunta” della nevralgia del [continua]
Cefalee e Riflessologia Plantare
La schiera dei cefalgici è numerosa, un mal di testa per persona. Per mal di testa o cefalea s’intende il dolore provato in qualsiasi parte della zona della testa o del collo, può essere un sintomo di diverse patologie. Diversi sono i sistemi di classificazione per il mal di testa, il più riconosciuto è quello proposto dall’International Headache Society. La cefalea è un sintomo aspecifico, ciò significa che ha molte possibili cause, il trattamento di un mal di testa dipende dall’eziologia, cioè dalla causa di fondo. Le cefalee primarie rappresentano oltre il 90% di tutti i mal di testa e [continua]
Piedi freddi o caldi Ipersensibili o iposensibili Rossi o bianchi Quando si parla di riflessologia, non sempre la gente ha le idee chiare di cosa si tratta. Per ciò per problemi di piedi, che presuppongono che l’ortopedico, il podologo o il pedicure non possono risolvere o non hanno risolto, approdano alla riflessologia. «Qualcosa a che vedere con i nervi e con il sangue avrà, un massaggio ai piedi di sicuro mi farà bene, miglioreranno la circolazione.»   1° coppia, piedi freddi o caldi Piedi freddi, tanto da ricercare costantemente qualcosa che li scaldi, calzettoni di lana o borse d’acqua [continua]
Come sotto titolo inizialmente avevo scritto “A ruota libera”, e come una ruota libera approfitto del ricordo di quest’esperienza per introdurre l’approccio all’interpretazione dei sogni. Nell’ultimo periodo che frequentavo l’Istituto dei Tumori di Milano, facevo sogni ricorrenti. Sognavo di essere inseguito dagli uomini dei servizi segreti latinoamericani, dalla polizia, dai carabinieri... Quei sogni stavano diventando ossessivi, negli anni precedenti avevo fatto politica attiva come antimilitarista nonviolento. Stampavo volantini, manifesti, organizzavo conferenze sulla nonviolenza, facevo mostre con i miei disegni a tema, sono stato turbolento e passionale. CELLULA NONVIOLENTA SULMONA, questa scritta appariva frequentemente sui manifesti [continua]
Arrivato dalla provincia di Agrigento, era stato operato nella parte alta della spina dorsale per un tumore. L’intervento “salvavita” lo aveva lasciato tetraplegico. Otto anni. Una mattina il padre mi chiese se potevo fare qualcosa per il piccolo Salvatore perché gli era venuto il mal di gola. Dal collo in giù non aveva percezione del suo corpo, ora era paralizzato, e gli viene il mal di gola? Ma contro chi dobbiamo imprecare? Immediatamente iniziai a massaggiare l’area riflessa corrispondente per cercare di lenirgli il dolore. Ovviamente lui non sentiva il mio tocco sui suoi piedi, però mentre massaggiavo [continua]
Quando conobbi Lorenzo, aveva otto anni, proveniva dalla provincia di Firenze. Era un veterano dell’Istituto dei Tumori, un bambino bellissimo, di buona famiglia come si dice, molto più maturo per la sua età, come tutti i bambini che da un po’ frequentavano l’Istituto. Gli avevano amputato una gamba quattro anni prima, all’altezza della metà del femore. Dall’Istituto non si esce guariti, ma a distanza di cinque anni dalla prima diagnosi di tumore, secondo i protocolli, si è considerati sopravvissuti. La somministrazione periodica delle chemioterapie, i controlli ematici, radiografici e visite di controllo, obbligano i piccoli pazienti, che [continua]
Wu wei, agire senza agire, è la via per giungere al Dao, la Via. Se stai cercando l’area riflessa da massaggiare, non sei ancora un Reflessologo Zu. Se stai cercando il punto riflesso da massaggiare, non sei ancora un Reflessologo Zu. Se stai cercando la miglior tecnica per massaggiare un piede, non sei ancora un Reflessologo Zu. Il piccolo reflessologo massaggia piedi. Il piccolo Reflessologo Zu massaggia persone attraverso i piedi. Il Reflessologo Zu massaggia l’anima della persona attraverso i piedi. Quando dimenticherai te stesso per diventare piede, quando attraverso i piedi percepirai le grida di dolore dell’anima [continua]
Li guarderete con occhi diversi. Imparerete a sentire i loro dolori profondi. Sentirete le grida di dolore dell’anima. Apprenderete a rispettare il dolore e l’offesa. Laozu Baldassarre [continua]
All’inizio del mio cammino sulla via della Riflessologia del Piede, il mio entusiasmo era tale che toccavo i piedi di tutte le persone che frequentavo, fino a toglier loro le scarpe personalmente se si dimostravano restie a farlo. Non vedevo nient’altro che piedi. Passò del tempo e un giorno presi coscienza che la maniera di trattare i piedi non era più la stessa: non stavo più massaggiando piedi, stavo massaggiando piedi di persone. Trascorse del tempo e riflettendo sul cammino percorso mi accorsi che l’attenzione si era spostata, il lavoro mi appariva diverso: ora stavo massaggiando persone [continua]
Callosità padre/madre e Riflessologia Plantare
Le interpretazione delle callosità mediali, dell’alluce e del calcagno, nell’ambito della Riflessologia Plantare sono di grande importanza, esse ci danno indicazioni riferite alle problematiche primarie del soggetto in esame. La callosità mediale dell’alluce c’indica che le problematiche principali sono nella parte alta del corpo, sintomi associabili alla testa e alle sue funzioni, al plesso cervico brachiale, che coinvolge il collo, le spalle, le braccia, le mani, la parte alta del torace. Quando la persona denuncia problemi nella parte bassa, sono da considerarsi secondari o compensativi. Viceversa se la callosità più importante è sull’area mediale del calcagno, [continua]

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Cliccando sul bottone ACCETTO dai il tuo consenso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi