Racconto di una diagnosi reflessologica…

baldassarreSono un appassionato di medicine alternative, dovendomi recare a Milano per motivi di lavoro ho approfittato per prenotare un incontro con il M° Baldassarre. Conoscevo la Riflessologia del Piede, così almeno pensavo, perché già mi ero sottoposto a delle sedute di riflessologia nella mia città.

Zu Center, facile da raggiungere: piazza Stazione Centrale Milano. Mi riceve una segretaria con un sorriso solare e un accento straniero. L’ambiente è gradevole e accogliente, profumo d’incensi, tappeti, musica dolce. L’autentica sorpresa è stata Lui: dalla foto presente sul sito mi ero fatto l’idea di un soggetto con atteggiamento ieratico, un pò mago, un pò imbonitore, macché!

Mi sono trovato davanti un terrone trapiantato o “spostato” a Milano come dice lui, kimono bianco, barba bianca e lunga. Gli ho chiesto se parlasse cinese mi ha risposto:
“No, lo fischio solamente!” (Gulp!)

Durante la seduta sono stato travolto da un turbinio di emozioni. Mi sono trovato di fronte un personaggio altamente competente, un autentico professionista, un linguaggio forbito e scientifico di alto livello, non vuol sentire parlare di energie e cose simili, capace di ridere soprattutto di se stesso.

Le sue mani si muovono sui miei piedi a ritmo di Mozart. Tra le sue mani i miei piedi sembravano uno strumento suonato magistralmente. Anche quando parlava le mani continuavano a muoversi a una velocità impressionante con tutte le dita, non solo con il pollice. Attraverso i piedi mi ha detto cose che solo io potevo sapere, mi ha rigirato come un calzino, mi sono sentito nudo, passato attraverso i raggi X, esperienza sconvolgente, da peyote, uno sballo.

A ripensarci mi sento ancora allucinato, forse perché pensavo d’incontrare un reflessologo come i precedenti e invece ho incontrato un Reflessologo Zu come dice lui.
Esperienza suggerita a tutti.
Grazie M° Baldassarre.

Giancarlo – Imola


Giancarlo che dirti? Ti ho visto un pò perplesso durante il nostro incontro, ma non immaginavo di aver generato tutte le emozioni che hai raccontato, effettivamente più che un dialogo è stato quasi un monologo.

Ti ringrazio per la tua testimonianza, mi sono posto il problema se pubblicarla o no, ma di tanto in tanto un pò di sano narcisismo non guasta. Ho la consapevolezza che siamo i più tosti, perché fare i finti umili?

In continuazione proponiamo scambi di esperienze con altri professionisti del settore, le risposte sono sempre state… ma quali risposte? Non mi ricordo di aver mai avuto delle risposte!

A tal proposito ricordo di aver inoltrato l’anno scorso, una lettera d’invito a tutti i siti che parlano di riflessologia plantare… non abbiamo ricevuto riscontri positivi…nessuna risposta…

Buon lavoro.

Laozu Baldassarre

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Cliccando sul bottone ACCETTO dai il tuo consenso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi