Le riflessologie sono una scienza moderna. Un pò ovunque si tende ad ammantare di mistero questa tecnica che di misterioso non ha assolutamente nulla.
Laozu Baldassarre

mappa-piediQuesta sezione è dedicata alla lettura delle alterazioni morfologiche dei piedi relativi a casi clinici trattati nel Centro Terapie dello Zu Center.

Metodo di lettura

ciò che sui piedi appare in più o in meno, rispetto a un piede ideale, è la manifestazione di quanto in più o in meno è riscontrabile in corrispondenza della dislocazione dell’area riflessa e dello strato corporeo interessato.

Elementi in eccesso sono da considerarsi calli e callosità, articolazioni ingrossate e deformate, gonfiori per stagnazione linfatica, edema o tumefazione, rigidità muscolari, sudorazione locale eccessiva, unghie onicogrifotiche…

Elementi di carenza sono manifestazioni come avallamenti e rughe, cedimenti tessutali, lassità legamentose, ipotrofia muscolare, unghie tendenti alla coilonichia, secchezza della pelle, estremità fredde, qualunque sia il colorito dell’incarnato quando tende a diventare più chiaro.

Il Reflessologo Zu è colui che ha la capacità di mettere in relazione gli elementi acquisiti attraverso i quattro esami: guardare, ascoltare, interrogare e toccare per determinare l’origine del disagio. Evidenziare solo le alterazioni ed elencare tutto quanto ci appare di alterato, lo si acquisisce in poco tempo, ma ciò non è sufficiente per formare un Reflessologo Zu.

Nei casi presentati l’attenzione è rivolta alle alterazioni più visibili e riconoscibili anche da non esperti.

Piedi morfologicamente cavi

Caratteristici di persone che hanno la tendenza a vivere le emozioni in maniera estremizzata: basta una parola e l’umore va alle stelle, basta una parola e l’umore va giù.

piedefuoco Soggetto fuoco
il colorito predominante è il rosso; la pelle è secca e sottile per eccesso di fuoco.
L’alluce appare turgido e lucente, indicazione di pressione endocranica aumentata.
E’ un soggetto con la predisposizione ad avere problemi circolatori vascolari periferici superiori.
piedelegno Soggetto legno, colorito predominante verde.
Piede muscolato con evidente torsione, tipica di persone con scoliosi; la sporgenza del I° cuneiforme, non protetta da callosità, presume la compensazione di alluce valgo su piede destro. Il cedimento dell’articolazione I° e II° falange dell’alluce, area riflessa atlante-epistrofeo, è la manifestazione della situazione che enunciamo come vissuto traumatico somatizzato tra capo e collo. La sporgenza delle ossa sesamoidi, gruppo gola, indica che i polmoni sono difesi dai linfonodi del collo.
piedemetallo Soggetto metallo, colorito predominante bianco.
La colorazione del piede è divisibile in due parti ben distinte, anteriore e posteriore. L’area tarsale manifesta evidenti segni di stagnazione sanguigna venosa, periferica inferiore e superficiale.
Ingrandendo l’immagine sono visibili le differenti colorazioni relative a teleangectasie, sfiancamenti venosi e petecchie.
L’alluce è valgo e di modeste dimensioni ma non in fase infiammatoria; il II° cuneiforme è sporgente.

 

Nella sezione Trattamenti vedi anche:

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Cliccando sul bottone ACCETTO dai il tuo consenso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi