logo ZuCenter

Zu Center - Massaggi ai piedi, Riflessologia Plantare, terapie Naturali antalgiche

Che fare quando mi fa male un piede?

Massaggio dei piedi – Reflessologia Plantare 

neuroni in azione
MI fa male un piede, neuroni in iperattività

Mi fa male un piede, è di origine neuropatica centrale

Questo tipo di dolore è definito centrale o periferico a seconda che il problema interessi il sistema nervoso centrale (SNC) o quello periferico (SNP). Il meccanismo con cui si produce il dolore neuropatico del piede non è ancora totalmente chiaro.

Sembra dipendere dal fatto che i nervi danneggiati diventano ipereccitabili, provocando un’alterazione del meccanismo che, attraverso le fibre nervose, trasmette gli stimoli avvertiti dalla periferia alle strutture del cervello deputate alla percezione del dolore al piede.

Mi fa male un piede, cosa faccio? L’utilizzo di terapie non convenzionali, alternative e complementari, utilizzate da sempre sia in oriente che in occidente, hanno origini antiche. Il loro utilizzo si è talmente diffuso, anche nell’odierna cultura occidentale, che rappresentano oggi una realtà così solida che non può più essere trascurata da coloro he trattano il dolore.

Ogni professionista della salute, compreso il medico, dovrebbe informarsi sulle eventuali terapie non convenzionali utilizzate dal paziente e confrontarsi con lui, facendo chiarezza, alla luce della letteratura disponibile in merito al trattamento del dolore dei piedi senza pregiudizi.

Che significa quando mi fa male un piede?

Si parla di dolore neuropatico centrale quando il danno o il malfunzionamento interessa le strutture principali del sistema nervoso centrale, encefalo e/o midollo spinale.

dolore acuro sotto i ipiedi
Mi fa male un piede quando lo appoggio a terra

Mi fa male un piede quando lo appoggio a terra

Siamo difronte a un dolore neuropatico del piede, periferico o nocicettivo. Se la lesione o la disfunzione interessa uno o più nervi del sistema nervoso periferico, in questo caso si parla di dolore neuropatico periferico. In questo caso la condizione che induce il dolore neuropatico periferico è definita neuropatia periferica.

La segnalazione dolorosa parte da recettori cutanei. Nel dolore neuropatico periferico, i recettori sono chiamati nocicettivi. Inviano messaggi dalla periferia al sistema nervoso centrale, informando quest’ultimo, tramite appunto una sensazione dolorosa, di qualcosa di anormale e pericoloso per l’organismo.

Il dolore nocicettivo dei piedi è il processo in base al quale uno stimolo lesivo è percepito a livello periferico e trasmesso al sistema nervoso centrale in termini di localizzazione e intensità, potenziato o inibito e infine memorizzato. Tale stimolo doloroso diversamente dal dolore neuropatico centrale, è un disturbo più facile da interpretare, sotto il profilo delle cause e soprattutto da trattare da un reflessologo professionista.

Mi fa male un piede in maniera acuta

Il dolore acuto è un campanello d’allarme che segnala che nel corpo c’è un danno, come capita per esempio in una lesione, in questo caso, lo scopo è trattare la lesione e favorirne la guarigione.

Mi fa male un piede in maniera cronica, cause frequenti

Il dolore cronico  è considerato malattia in quanto tale. Distrugge la persona e la sua qualità di vita.Varie condizioni possono coinvolgere il sistema nervoso provocando dolore neuropatico. Ne sono un esempio la neuropatia diabetica, una complicanza che può insorgere in corso di diabete. La nevralgia post-erpetica, dopo infezione da herpes zoster, comunemente chiamato “fuoco di Sant’Antonio”.

La nevralgia del trigemino, neuropatia che può verificarsi nei malati di tumore, indotta dal tumore stesso o dalla chemioterapia e in seguito a ictus, sclerosi multipla, infezione da HIV, alcolismo, trauma con lesione nervosa o amputazione di un arto, dolore da arto fantasma.

È bene sapere che la gravità del dolore spesso non corrisponde alla gravità della condizione sottostante. Per esempio, si può verificare una nevralgia post erpetica con intenso dolore anche in assenza di manifestazione cutanea, rash o altro segno di infezione residua da herpes zoster.

Mi fa male un piede, come far passare il dolore?

Il trattamento del dolore neuropatico non farmacologico si basa sulla cura della causa di fondo per il controllo del dolore. Terapie fisiche, farmacologiche e psicologiche possono essere combinate. Curare la malattia all’origine del dolore è fondamentale per ridurre il dolore. Un buon controllo del diabete può contribuire ad alleviare il dolore da neuropatia diabetica anche se talora, come già accennato l’intensità del dolore può non avere alcuna correlazione diretta con la gravità della condizione di base.

Per quanto riguarda le terapie analgesiche, il dolore neuropatico, a differenza di altri tipi di dolore, è scarsamente controllabile dagli antidolorifici tradizionali.

Altre classi di farmaci come anti epilettici e anti depressivi sono efficaci sul dolore di origine neurologica indipendentemente dalla loro azione sull’epilessia e sulla depressione. 

Sono d’aiuto anche farmaci applicati localmente e trattamenti non farmacologici. Terapie naturali, fisiche, riflesse, agopuntura, riabilitative, non hanno controindicazioni, non generano dipendenza e assuefazione, sono ben tollerate e gradite dai pazienti.

Mi fa male la pianta del piede
Mi fa male un piede, Per quanto riguarda le terapie analgesiche, il dolore neuropatico, a differenza di altri tipi di dolore, è scarsamente controllabile dagli antidolorifici tradizionali.

Mi fa male un piede, come si previene?

La conoscenza del problema, da parte di pazienti e professionisti della salute, l’attenzione alla prevenzione e l’accesso ai trattamenti con efficacia nota sono i fattori più importanti per ridurre l’impatto del dolore neuropatico. Il trattamento tempestivo del dolore può essere un fattore di prevenzione dell’intensità e della cronicizzazione.

Tra i fattori di rischio generali, età avanzata, genere femminile, fattori genetici, non sono modificabili, ma è possibile agire su altri che aumentano specificatamente il rischio delle malattie che possono provocare dolore neuropatico.

L’attività fisica, il controllo del peso corporeo e una dieta sana riducono la comparsa di diabete. Se questo è presente, una vita salutare e un buon controllo della glicemia riducono l’insorgenza di neuropatia dolorosa. Analogamente, è importante limitare gli interventi chirurgici non indispensabili.